. Wangia, uno strumento per avvicinare le PMI al mercato cinese

Una joint venture italo-cinese con l’obiettivo di proporre sul mercato cinese i prodotti dell’eccellenza italiana, favorendo la scoperta del territorio e del valore unico ed irripetibile della cultura italiana.

Questo è Wangia (Wangia International Trading Co. Ltd.), dove, nella parola  Wangia il ‘gia’ sta per Giannecchini, l’imprenditore di Massarosa amministratore di Yachtica, azienda leader di settore. Andrea Giannecchini, presidente provinciale di CNA Lucca e regionale e nazionale di CNA Nautica, è il ceo di Wangia.

Il progetto di Wangia per l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese italiane sul mercato cinese è stato presentato in conferenza stampa a Firenze giovedì 21 maggio, presenti, oltre a Giannecchini, Eve Ng managing director Hainan Rendez-Vous, il direttore Toscana Promozione Stefano Giovannelli, il direttore CNA Toscana Saverio Paolieri, Andrea Calistri, vice presidente CNA Toscana e presidente CNA Firenze, il direttore Confindustria Toscana Sandro Bonaceto, l’architetto Marco Casamonti.

L’attività di Wangia si sviluppa in due linee di business: l’organizzazione e la gestione in esclusiva di un padiglione dedicato all’esposizione e alla promozione dei brand italiani al salone del lusso Hainan Rendez-Vous e l’apertura di una catena di negozi “Opero Italia” rappresentativa delle produzioni italiane di eccellenza dei settori fashion&accessories, furniture&design, food&beverage. L’investimento totale dell’operazione ammonta a 6 milioni di euro e prevede per il 2016 l’apertura di 9 negozi diretti con 2 milioni di euro di acquisti, coinvolgendo 90 selezionate aziende italiane di piccola e media dimensione che producono sul territorio italiano; la metà di queste imprese sono toscane. Il progetto prevede inoltre l’apertura di ulteriori 19 negozi in franchising entro il 2019 nelle principali città cinesi.

Il Direttore CNA Toscana, Saverio Paolieri, ha commentato: “CNA Toscana apprezza questo progetto, perché può rappresentare uno strumento valido ed efficace per avvicinare le piccole imprese del lusso e dell’alta qualità artigianale ad un mercato strategico come quello cinese che, in prospettiva, sarà uno dei due/tre mercati più importanti al mondo. In particolare questo progetto consente alle piccole imprese di presentarsi, su un mercato complesso ma che presenta straordinarie opportunità come quello cinese, in un contesto ‘assistito’ che valorizza l’elevata qualità dei prodotti, in grado di raccontare la storia, la cultura, il valore e l’ambiente che stanno dietro l’eccellenza della produzione artigianale. Dobbiamo infatti essere consapevoli che il futuro delle nostre produzioni è strettamente legato alla possibilità di entrare sui mercati internazionali e, in particolare, in quelli emergenti come la Cina”

L’Hainan Rendez-Vous, giunto alla 6° edizione, all’interno della quale ci sarà l’Italian Pavilion, si svolgerà nella città di Sanya  dal 27 al 30 novembre 2015. La manifestazione rappresenta un evento che ogni anno catalizza l’interesse di migliaia di fruitori del segmento luxury. Oltre 15mila visitatori, tra i più ricchi della Cina, hanno partecipato all’ultima edizione del HNRV 2014, con un incremento del 30% rispetto all’anno precedente. Le previsioni dicono che l’edizione 2015 registrerà un ulteriore incremento del 20/30%. Hainan è quindi un luogo ideale per veicolare l’eccellenza nello stile, nel design e nel gusto delle imprese italiane.

Nei primi mesi del 2016, Wangia inaugurerà una catena di negozi multibrand che racchiude l’esperienza del prodotto di qualità Made in Italy, nei tre settori fashion&accessories, food&beverage, furniture&design, sotto il logo Opero.

Opero sta selezionando i migliori brand di ciascuna categoria; ogni brand rappresenterà la scelta più bilanciata tra qualità, prezzo e design. Grazie al team italiano, Opero sarà sempre aggiornato sui marchi più rappresentativi presenti sul mercato e li offrirà al cliente cinese in un’esperienza italiana a 360°. La commercializzazione dei prodotti avverrà dando grande attenzione al marketing narrativo e al richiamo all’esperienza sensoriale attraverso l’uso della tecnologia. Questo approccio risulta innovativo e destinato ad incontrare le nuove tendenze del comportamento di acquisto del cliente cinese. Wangia ritiene che sia il canale di comunicazione e di vendita idoneo ad abbattere le barriere tra brand italiani di piccole e medie dimensioni ed il grande ma complesso mercato cinese che prevede un modello distributivo incentrato principalmente sui negozi monobrand e all’interno dei centri commerciali sparsi in tutto il paese. Con Opero anche i brand che non possono permettersi l’apertura di propri negozi monomarca, potranno usufruire di una piattaforma di distribuzione unica ed efficace in un mercato dalle grandissime potenzialità, ma complesso e distante come quello cinese.

 

Area Tematica: