. Vendite promozionali, CNA.COM e associazioni dei consumatori insieme contro la deregulation selvaggia

Commercianti e consumatori insieme per affrontare il tema della “deregulation selvaggia” che caratterizza i saldi di fine stagione e vendite straordinarie e promozionali.

CNA.COM, l’associazione degli esercenti il commercio che aderiscono a CNA, e le sigle dei consumatori Adiconsum, Federconsumatori e Confconsumatori, hanno infatti condiviso una lettera nella quale si invita la Regione Emilia Romagna ad intervenire per cercare di porre rimedio al caos che regna in materia. “E’ sotto gli occhi di tutti – commenta Roberto Masi, presidente di CNA.COM Modena – come le iniziative commerciali legate agli sconti si muovano in clima di completa anarchia, senza nessuna tutela per i consumatori e gli esercenti”.

“Ormai le vendite straordinari si svolgono durante l’intero anno, mettendo in difficoltà tutti gli attori del mercato, commercianti e consumatori. Basta girare per negozi per notare, in tutti i mesi dell’anno la presenza di cartelli che fanno riferimento a vendite promozionali, sconti di vario importo percentuale o indicazioni di prezzi già scontati senza alcuna indicazione della tipologia di vendita effettuata. Iniziative che, peraltro, non alimentano i consumi, ma generano spesso confusione e diffidenza, a danno soprattutto dei commercianti più seri e corretti”.

In questo quadro semplificazioni come l’abolizione della comunicazione preventiva della campagna promozionali all’amministrazione locale, si sono risolte in un’interpretazione, piuttosto che in un’applicazione, della legge, generando comportamenti equivoci e ostacolando quella ancorché minima, ma necessaria, azione di controllo e verifica del rispetto delle regole.

“Ecco perché – conclude Masi – ci siamo fatti promotori di questa azione congiunta mirata a chiedere alla Regione un intervento che chiarisca la situazione favorendo quindi la regolarità delle regole che normano le vendite promozionali”

Area Tematica: