. Vaccarino: "Finalmente uno strumento con una logica d’impresa"

“Un Incontro sicuramente positivo quello di oggi con il ministro Madia, in occasione del quale è stata presentata l’Agenda per la Semplificazione Amministrativa per il triennio 2015-2017”. Lo ha dichiarato Daniele Vaccarino, Presidente Nazionale della CNA.

“Per la prima volta – ha spiegato -  le misure di semplificazione entrano in un cronoprogramma, condiviso da tutti i livelli di Governo e dalle Associazioni d’impresa, che ne scandisce  tempistica,  obiettivi e  monitoraggio. Viene, inoltre, alzato il livello della trasparenza e della responsabilità dei soggetti chiamati a realizzare gli obiettivi dell’Agenda, attraverso la pubblicità dello stato di avanzamento dei lavori direttamente consultabile da imprese e cittadini su un sito dedicato”.

“Tra le azioni più importanti contenute nel cronoprogramma – ha sottolineato -  rileviamo e apprezziamo, in particolare, la verifica sull’effettiva operatività degli Sportelli unici per le attività produttive, la definizione di un unico regolamento edilizio, al posto degli 8mila attuali, una ricognizione sui controlli sulle imprese in funzione di una forte semplificazione e coordinamento e la definizione di una modulistica standard”.

“Al Ministro Madia, che ha chiesto alle associazioni <Aiutateci a capire dov’è che l’implementazione delle misure non arriva>, la CNA ha rinnovato la propria disponibilità e tutto il proprio impegno a lavorare insieme nella fase di attuazione dell’Agenda, che rappresenta – ha concluso Vaccarino - uno strumento strategico per scaricare a terra l’effettivo potenziale di uno dei pochi interventi realmente a costo zero per lo Stato: la riduzione del carico burocratico sulle imprese. Ora sarà fondamentale rispettare il cronoprogramma e mantenere gli impegni presi”.

 

Area Tematica: