. Protocollo per la Legalità e per la Sicurezza delle Imprese: il Presidente CNA a Palazzo Ducale

Il Commissario del Governo Prefetto Elisabetta Margiacchi, oggi, a Palazzo Ducale, ha presieduto  un vertice dedicato alla verifica dell’attuazione del “Protocollo di Legalità”, sottoscritto nel mese di giugno 2015 fra il Commissario stesso ed il Presidente della Camera di Commercio di Bolzano dott. Michl Ebner, il Presidente dell’Unione provinciale degli artigiani e delle piccole imprese dott. Claudio Corrarati ed il Presidente di Confartigianato imprese Gert Lanz.

Finalità del Protocollo: l’implementazione della cultura della legalità anche attraverso la pianificazione e l’organizzazione di incontri informativi per gli imprenditori e la promozione di misure preventive a tutela della sicurezza delle imprese e della proprietà privata quali, ad esempio, i sistemi di video sorveglianza e di video allarme antirapina collegati con le Forze dell’Ordine.

Al vertice hanno partecipato, oltre ai firmatari del Protocollo, il Questore dott. Giuseppe Racca, e i Comandanti Provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza Colonnelli Stefano Paolucci e Giulio Piller.

In avvio di riunione, il Commissario del Governo, anche in adesione alle richieste del Presidente di C.N.A., ha sottolineato l’importanza di strette sinergie tra Imprese e Istituzioni per consolidare, ognuno per la propria parte, il livello e, conseguentemente, la percezione di sicurezza.

Il Prefetto ha quindi esaminato congiuntamente ai presenti i dati relativi agli episodi criminosi a danno degli esercizi commerciali a livello provinciale riferiti agli anni 2015 e 2016, che registrano una sostanziale stabilità, più precisamente un lievissimo decremento per quel che riguarda i furti e un incremento delle rapine (aumentate di 10 unità sull’arco dei dodici mesi).

 

Il Commissario del Governo, nell’analizzare i suddetti dati ed in relazione alla verifica dei profili concreti del Protocollo, che si pongono in termini di prevenzione, ha rilevato positivamente il massimo interesse registratosi a suo tempo a livello provinciale da parte degli imprenditori in ordine ai momenti informativi curati dalle Forze dell’Ordine. Nello stesso tempo ha riscontrato l’opportunità di un’implementazione, a livello numerico e qualitativo, dello standard dei collegamenti tra imprese e Sale Operative delle Forze dell’Ordine in termini di impianti di videosorveglianza e antirapina, in merito ai quali è necessario ulteriore lavoro di approfondimento tecnico ed informativo. Il Prefetto ha infatti specificato come vadano chiariti alcuni punti inerenti permessi ed autorizzazioni amministrative – di competenza provinciale e per i quali è risultata preziosa la presenza all’incontro del Direttore dell’Ispettorato del Lavoro provinciale dott. Sieghart Flader – nonché altri aspetti più propriamente tecnici riferiti ai sistemi applicativi.

Il Presidente della Camera di Commercio, nel confermare l’assoluta importanza della collaborazione tra imprese, Commissariato del Governo e Forze dell’Ordine per ogni profilo riguardante la legalità e la sicurezza – reale e percepita – ha sottolineato  l’opportunità di affinare gli aspetti applicativi del Protocollo e la piena disponibilità della Camera di Commercio di Bolzano a fungere da terminale per le imprese in merito a quesiti inerenti le formalità amministrative da espletare per l’installazione degli apparati di videosorveglianza e antirapina.

Il Presidente di CNA, in linea con il dott. Michl Ebner, ha posto all’attenzione dei presenti l’importanza dell’applicazione del contenuto del Protocollo, specie per quel che concerne i sistemi antirapina ed il collegamento con le sale operative delle Forze di Polizia, sottolineando la necessità di snellimento e di chiarificazione degli aspetti amministrativi e burocratici.

Sulla stessa linea Confartigianato Imprese, che ha confermato l’ottima riuscita, a suo tempo, dei momenti informativi tra imprenditori e rappresentanti delle Forze dell’Ordine sui delicati temi della prevenzione e dell’autotutela.

Il Commissario del Governo, dopo aver ringraziato i presenti per i preziosi contributi di idee scaturiti dall’incontro, ha concordato con il Questore lo svolgimento di incontri tecnici presso la locale Questura, che vedano la partecipazione di delegati dei vertici delle categorie imprenditoriali ed affrontino i profili tecnici ed operativi delle questioni trattate.

Il Commissario del Governo, nel prendere atto dell’interesse dei presenti al rinnovo del Protocollo, previsto per il prossimo giugno 2017, ha preannunciato un incontro da tenersi nella prossima primavera finalizzato a concordare i punti essenziali da confermare o da modificare nel documento in questione.

Ciò in un’ottica di massima concretezza ed aderenza alle esigenze delle categorie interessate.

Area Tematica: