. Le imprese CNA al Salone dell’economia, della conservazione delle tecnologie e della valorizzazione dei beni culturali

La presenza di sei imprese dei settori del restauro e dalla comunicazione e terziario avanzato che rappresentano sia le capacità professionali e i saperi del mondo artigiano, sia le nuove specializzazioni tecnologiche e innovative delle aziende emiliano romagnole. Una nutrita serie di appuntamenti e seminari dedicati alle concrete esperienze messe in atto nell’ambito del restauro tra tradizione e innovazione.

Sono le iniziative organizzate da Cna Artigianato Artistico e Tradizionale dell’Emilia Romagna e di Ferrara, in collaborazione con l’Unione nazionale Cna di categoria, in occasione dell’edizione 2016 del salone del Restauro in programma alla Fiera di Ferrara dal 6 all’8 aprile.

Le aziende Cna presenti al Salone (il D8-10 del padiglione 3) sono: Franco Antolini (restauro e conservazione libri per privati, musei e biblioteche) di Ferrara, Massimo Travagli Studios (restauro e creazione di vetrate d’arte classica e contemporanea) di Ferrara, TryeCo 2.0 srl (prototipi e modelli in 3D) di Ferrara, Arche' Restauri snc di Simetti Silvia e C. (restauro conservativo) di Parma, Imagem srl (produzioni multimediali e design) di Bologna, Pixel Engine Company (grafica e configuratori 3d) di Cadriano di Granarolo dell’Emilia (Bologna). La partecipazione delle aziende è stata sostenuta da Cna Ferrara e Camera di commercio di Ferrara in collaborazione con Cna Emilia Romagna e Cna nazionale.

L’obiettivo di Cna è stato quello di creare, per questa importante manifestazione che attrae centinaia di visitatori, una forte connessione tra imprese per così dire più “tradizionali” del restauro ed altre che utilizzano tecnologie digitali ed avanzate, perfettamente in sintonia con il nuovo contesto del Salone che, a partire da quest’anno, si apre al sistema museale italiano in tutta la sua interezza e complessità e potenzialità di innovazione.

Da questa contaminazione nascono gli appuntamenti CNA al Salone, promossi nell’ambito del progetto di promozione sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna “Sinergie artigiane: nuove opportunità per la tradizione». I seminari, organizzati da Cna Artistico e Tradizionale per venerdì 8 aprile, a partire dalle ore 10, alla Sala Massari del Padiglione 4 della Fiera prevedono:  “Tecniche di simulazione in computer grafica e rendering nell'ambito del restauro e dell'allestimento museale: esempi e prospettive”,  a cura di Imagem srl (relatore arch. Carlo Magrì); alle 11, “Il crowdfunding per il restauro: finanziare per valorizzare”, a cura di Ginger Crowdfunding (relatore Agnese Agrizzi); alle 12, “Il restauro del campanile e della cuspide maiolicata della cattedrale di Parma”, a cura di – Arche’ Restauri (relatore Silvia Simeti).

Sempre venerdì 8 aprile, alle 14,30, convegno sul tema “Art bonus e patrimonio museale italiano”, intervengono Roberto Ricci Mingani, responsabile del Servizio Politiche per l’industria, l’artigianato, la cooperazione e i servizi della Regione Emilia-Romagna; su “Le iniziative della Regione Emilia-Romagna in materia di artigianato” con l’arch. Carlo Amadori, patron del Salone del Restauro; su “Le opportunità del sistema museale” e tecnici e professionisti del settore. Conclusioni di Andrea Santolini, presidente nazionale di Cna Artistico e Tradizionale. La presenza di Cna al Salone sarà connotata da una serie di attività di divulgazione, con dimostrazioni dal vivo.

Area Tematica: