. Il tratto di banchina Thaon de Revel e le attività nautiche

Le attività di noleggio e locazione nautica hanno trovato un punto di accosto alla Spezia grazie alla recente ordinanza della Autorità di Sistma Portuale del Mar Ligure Orientale è stato individuato un tratto di banchina Thaon de Revel della lunghezza di 10 m è destinato per l’approdo dei natanti ed imbarcazioni da diporto, incluse le unità ad uso commerciale.

CNA La Spezia, in rappresentanza delle proprie imprese del mondo della nautica, ha fatto presente le esigenze degli operatori individuando proprio quel tratto della banchina quale il più idoneo in attesa di uno spazio dedicato. Nel marzo scorso l’associazione di categoria ha riportato all’Autorità di Sistema portuale e alla Capitaneria di Porto le diverse criticità segnalate dagli operatori sull’inadeguatezza del primo spazio dei sbarco ipotizzato sul Molo Italia, e finalmente a seguito di un lavoro di confronto e sintesi si è arrivati ad una conclusione che soddisfa entrambe le parti.
 
“L’attività nautica legata al turismo ha visto una crescita inattesa negli ultimi tre anni – spiega la Presidente CNA La Spezia Federica Maggiani - Il problema dell'individuazione di nuove concessioni e spazi da dedicare alle attività è una questione che CNA ha ben chiara e che sta sottoponendo agli Enti preposti ormai da tempo. Se ciò non dovesse attuarsi il rischio è che un settore si cui anche tanti giovani stanno puntando venga fortemente penalizzato e non possa avere futuro. Un vero peccato per l'economia spezzina e una assurda contraddizione per una città di mare senza reali spazi per le piccole attività nautiche”.  

 

Area Tematica: