. Il sogno più forte dell’alluvione. Per il benessere di corpo e anima

Basta aprire una porta per immergersi, corpo e anima, nel mondo di Antonella Croce. Il suo mondo è fatto di coraggio, intraprendenza, determinazione, musica, vibrazioni, tatto, sensibilità, gusto per il bello, passione per il suo lavoro. Tutti elementi, questi, che si ritrovano nel suo centro estetico, benessere e SPA.

“Ho aperto il mio primo negozio nel 1999 - racconta - a Trino Vercellese, dopo aver terminato la scuola di estetica e aver studiato pianoforte, canto corale, gregoriano e sinfonico per alcuni anni al Conservatorio. Nell’autunno del 2000 l’alluvione ha messo in pausa i miei sogni: negozio e macchinari distrutti, avevo fatto debiti per le attrezzature e la banca in quel momento mi ha chiesto il rientro. Grazie alla lungimiranza di mio padre avevo stipulato un’assicurazione per tutelarmi dall’eventualità di quest’evento ed è solo con il risarcimento dell’assicurazione che sono riuscita a rimettermi in piedi e a riaprire nuovamente la mia attività”. 

Sempre a Trino, Antonella ha cominciato un’altra volta. I clienti non mancavano, intanto si è costruita una famiglia, è nato un bambino, ma è anche arrivata la crisi e la clientela cominciava a calare. Con il passare del tempo, al contrario, in lei cresceva invece l’ambizione, la voglia di mettersi di nuovo alla prova, di fare cose nuove. E di pari passo cresceva la consapevolezza di essere anche un’imprenditrice, non solo un’esperta del mestiere...

Puoi continuare a leggere la storia di Antonella Croce e gli altri racconti di quotidiano ingegno su CNAStorie

Area Tematica: