. Il pane è vincente al Progetto Scuola-Artigianato CNA

“Anno 2015, verso l’Expo!” è il tema su cui si sono confrontate 6 classi delle scuole medie che hanno partecipato alla ventitreesima  edizione del Progetto Scuola-Artigianato, a Forlì. L’iniziativa, promossa da CNA Forlì città, con i patrocini dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna, della Provincia di Forlì-Cesena, dell’Assessorato Politiche Educative e Formative, Istruzione del Comune di Forlì ed il contributo  di Unipol Assicurazioni, si è conclusa con un incontro presso la sala San Luigi,  a cui sono intervenuti studenti, docenti e dirigenti scolastici; il sindaco di Forlì Davide Drei e la Vicesindaca Veronica Zanetti; il presidente e il responsabile di CNA Forlì città, rispettivamente Lorenzo Zanotti e Riccardo Guardigli; la responsabile di CNA Alimentare Laura Pedulli e la coordinatrice per l’anno 2015 dei progetti scuola di CNA,  Maria Maltoni.

Quest’anno il progetto, data la concomitanza con “Expo” di Milano, è stato dedicato all’approfondimento di esperienze aziendali del settore alimentare, con la visita a tre imprese del territorio: Caseificio Mambelli (Santa Maria Nuova di Bertinoro); Cantina Condè (Predappio); Forno Bassini (Forlì). Esperienze che ogni classe ha rielaborato in modo autonomo producendo elaborati semplici o multidisciplinari per raccontare le filiere alimentari, e che si sono confrontate nel concorso. 

Il primo premio è andato alla classe III D della media “Via Ribolle” plesso “P. Zangheri” per un lavoro dedicato al pane, con queste motivazioni: “Si tratta di un lavoro articolato che ha visto una felice integrazione tra gli strumenti offerti da più discipline.  Partendo dalla esperienza diretta realizzata dai ragazzi la storia della panificazione è stata raccontata sia con la costruzione, con materiale di recupero, di un impeccabile plastico che riproduce con ricchezza di dettagli un mulino ad acqua, che con un dvd e con due elaborati. Il mulino, grazie alla presenza di meccanismi elettrici, è funzionante in alcune componenti che riproducono il movimento delle mole, ed inoltre l’ambientazione della casa del mugnaio, è fortemente simbolica del lavoro artigiano in cui casa e luogo di lavoro sono integrati. Anche gli elaborati prestano grande attenzione alla evoluzione tecnica delle fasi di lavorazione, come pure il dvd. Pregevole il ricettario, anche nell’attenzione ai materiali scelti ed alle immagini, per la realizzazione.” Il secondo premio è stato attribuito alla classe II D della Scuola Media Statale “Via Felice Orsini”plesso Mercuriale per un lavoro multidisciplinare dedicato al pane in cui l’elemento dell’integrazione tra paesi e culture è il filo conduttore; mentre il terzo premio è stato assegnato alla classe II B della Scuola Media Statale “Via Felice Orsini”, plesso  Maroncelli per un lavoro multidisciplinare dedicato alla lavorazione del latte, in cui le tematiche del processo produttivo della filiera casearia, sono state svolte in modo molto puntuale.

Ex-aequo le rimanenti classi: Scuola Media Statale “Via Felice Orsini” plesso Orceoli classe II A; Scuola Media Statale Marco Palmezzano classe II H; Scuola Media Statale “Via Ribolle” plesso Benedetto Croce classe III I.