. Giovedì 4 maggio IX Sessione del dialogo economico. Al centro la nuova Legge Imprese Artigiane

E’ in programma per giovedì 4 maggio ad Ascona nel Canton Ticino la IX Sessione del dialogo economico Italia – Svizzera, un canale formale di dialogo sui principali argomenti di natura economica di interesse comune tra i due Paesi.

La delegazione italiana sarà guidata dall’avv. Amedeo Teti, Direttore Generale per la Politica Commerciale Internazionale del Ministero dello Sviluppo Economico e vedrà CNA rappresentata da Antonio Franceschini, Responsabile Ufficio Promozione e Mercato CNA Nazionale, Giuseppe Vivace, Segretario Regionale CNA Lombardia, Enzo Fantinato, Responsabile Ufficio Internazionalizzazione e Fiere CNA Como e Giovanni Moretti, Consulente CNA Como per il Mercato Svizzero.

L’appuntamento di quest’anno si presenta particolarmente delicato a seguito dell’introduzione, da parte del Canton Ticino, unico in Svizzera, di una legge che introdurrà forti limitazioni alla libera circolazione delle imprese.

Con la nuova legge cantonale, LIA (Legge Imprese Artigiane), per lavorare in Ticino diviene obbligatorio, per chi opera in determinati settori, pena una multa fino a 50 mila franchi, essere iscritti all’albo degli artigiani del Ticino.

La legge sulle imprese artigiane è stata salutata dalla stampa del Ticino come “Albo anti padroncini”, a testimonianza della finalità esplicita di ridurre il diritto alla libera circolazione introdotta dall’accordo UE-CH.

In estrema sintesi con la nuova legge cantonale non vi è più una libera circolazione delle imprese UE sul mercato ticinese.

 

Ordine del giorno / temi di discussione

  1. Quadro generale: Scambi e investimenti
    1. Situazione economica e prospettive della Svizzera
    2. Situazione economica e prospettive dell’Italia
    3. Evoluzione bilaterale dell’interscambio e degli investimenti
  2. Ostacoli e facilitazioni al commercio bilaterale
    1. Controlli radiometrici alla dogana italiana sui semilavorati e i rottami metallici provenienti dalla Svizzera
    2. Applicazione dell’accordo bilaterale fra l’UE e la Svizzera sul trasporto aereo per i diritti d’atterraggio all’aeroporto di Milano-Linate
    3. Settore farmaceutico (dispositivi medici, sistema pay-back, approvazione dei farmaci)
    4. Sfide connesse al mercato del lavoro e dell’accesso al mercato nel contesto transfrontaliero (incl. LIA e titoli di specializzazione professionali)
    5. Liste nere (aggiornamento)
    6. Accesso al mercato finanziario
    7. Campione d’Italia
    8. Regime autorizzativo per il trasporto pubblico non di linea operato dalle imprese italiane per la navigazione in acque svizzere
    9. Sconto benzina nella zona di frontiera
  3. Politiche europee
    1. Relazione Svizzera-UE
    2. Negoziati TTIP

           Varie

 

 

Area Tematica: