. Concessioni delle postazioni nei mercati e Bolkestein. CNA e operatori del settore chiedono al Campidoglio un intervento tempestivo

L’associazione degli operatori dei mercati settimanali, aderente alla Cna di Roma, ha inaugurato oggi il ciclo di incontri con i rappresentanti delle forze politiche sul tema della Bolkestein, incontrando il deputato del Movimento 5 Stelle, Ivan Della Valle. La direttiva europea sulla concorrenza, applicata al rinnovo delle concessioni delle postazioni nei mercati, rischia, denuncia l’associazione, di svuotare i mercati e di mettere in ginocchio gli operatori: le concessioni per 12mila postazioni nel solo Comune di Roma scadono infatti il prossimo 7 maggio, dunque il Campidoglio ha pochi mesi a disposizione per rimetterli a bando. Una missione impossibile.

Di fonte a questa emergenza Cna di Roma e gli operatori dei mercati sollevano due questioni e propongono altrettante soluzioni.

La prima: sollecitare il Governo nazionale a intervenire per escludere il commercio su area pubblica dall’applicazione della direttiva Bolkestein o procedere a una proroga di almeno due anni.

La seconda: visti i termini e le scadenze, se il Governo nazionale non interverrà, Cna di Roma e gli operatori dei mercati chiedono al Campidoglio di intervenire tempestivamente redigendo il piano del commercio su area pubblica che definisca, alla luce delle norme vigenti, i posteggi su area pubblica e poi di emanare un avviso pubblico con modalità diverse da quelle tradizionali; ricorrendo, ad esempio, alle nuove tecnologie.

Area Tematica: