. CNA traccia la via digitale per imprese di turismo e commercio: Annunciati l’ingresso nel mibact e l’accordo nazionale con airbnb

Al Centro Malaguzzi parterre delle grandi occasioni con autorità esperti del digitale, il comico Vito e il primo robot umanoide Paolo Pepper

Reggio Emilia, 1 marzo 2018. La buona notizia. CNA Turismo e Commercio entra formalmente nel comitato nazionale del MIBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo). Lo ha annunciato ieri a Reggio Emilia Francesco Palumbo, direttore generale Turismo del MIBACT, nel corso dell’evento, promosso da CNA Commercio e Turismo e CNA Digitale Emilia Romagna in collaborazione con CNA Reggio Emilia, “Digital Way, la via digitale per imprese di turismo e commercio” presso il Centro Internazionale Loris Malaguzzi. Un’occasione unica per informare (con una plenaria del mattino ricca di interventi) e per formare (attraverso nove workshop tematici che si sono svolti nel pomeriggio su tre aule contemporanee).

Oltre all’ufficializzazione, il direttore Palumbo ha sottolineato come: “Il Mibact non è solo un luogo di rappresentanza, ma il fulcro dove nascono e si articolano le politiche per lo sviluppo del turismo in Italia, che le previsioni annunciano in costante crescita fino al 2020. E’ importante che CNA sia entrata a farne parte, poiché rappresenta una pluralità di artigiani, professionisti e piccole e medie imprese, che da sempre sono considerati i  mestieri creatori di quei prodotti, servizi ed emozioni, che contribuiscono alla definizione della brand reputation e della brand identity del nostro Paese. La funzione essenziale di CNA è di riuscire a mettere queste attività in rete perché da soli non si può arrivare lontano

Un concetto, quest’ultimo, introdotto dal presidente CNA Reggio Emilia Giorgio Lugli nell’apertura dei lavori di Digital Way: “Siamo di fronte a un’idea diversa di promozione e un racconto nuovo del territorio e del paese con l’introduzione di nuove forme di “turismo esperienziale”. Il nostro obiettivo è mettere a sistema la molteplicità di soggetti che rappresentiamo e contribuiscono a rendere attrattivi i luoghi e ne consentono la fruibilità, dagli artigiani dell’artistico, ai produttori di stoffe e abiti, di prodotti enogastronomici, le imprese di restauro, di manutenzione e di cura del patrimonio, le ditte di trasporto persone, le strutture ricettive, la guide turistiche, le spa, gli stabilimenti balneari, le imprese della somministrazione e della ristorazione, le attività di vicinato”.

Non a caso CNA Reggio Emilia fa parte della cabina di regia della nuova Destinazione Turistica Emilia, che come ha ricordato la sua presidente Natalia Maramotti: “è un progetto nato per portare avanti un lavoro corale tra le province di Reggio, Parma e Piacenza, in un’ottica di area vasta per accrescere attrattività e competitività del territorio”.

Presenti al Malaguzzi anche il Responsabile nazionale CNA Commercio e Turismo Cristiano Tomei e il Public Policy Airbnb Italia Alessandro Tommasi, protagonisti di un’altra grande novità: la presentazione in anteprima nazionale della partnership tra CNA e Airbnb, che prevede la creazione di un canale privilegiato per consentire agli oltre 40.000 soggetti rappresentati da CNA nella filiera dell’artigianato legato al turismo di seguire l’iter per diventare host di esperienze su Airbnb, così da assicurarsi una nuova fonte di entrate e al contempo farsi conoscere dagli oltre 300 milioni (7,8 i viaggiatori in Italia lo scorso anno) di membri della community del portale.

Esperti del digitale hanno, inoltre, delineato le strategie future del turismo: Mirko Lalli, CEO & founder di Travel Appeal, membro del Comitato Innovazione Turismo del Ministero del Turismo, ha fornito una fotografia su intelligenza artificiale e blockchain, mentre l’Avv. Ernesto Belisario dello Sudio Legale E-Lex ha messo in guardia le imprese sugli aspetti legali legati a diritto d’autore e proprietà intellettuale sul web, spiegando come anche la rete ha le sue regole da rispettare.

A sottolineare gli aspetti più divertenti legati alla presenza del “digitale” nella vita quotidiana, ci ha pensato il comico e conduttore della trasmissione "Vito con i suoi" su Sky Gambero Rosso Stefano Bicocchi, in arte Vito, che attraverso le sue gag, ha fatto riflettere sull’impatto delle nuove tecnologie in ogni ambito della vita privata e professionale con risvolti inaspettati su persone di tutte le età.

Infine, all’Assessore regionale Turismo e Commercio Andrea Corsini è toccato l’intervento conclusivo della plenaria del mattino con l’annuncio di un’ulteriore buona notizia: lo sblocco da parte del CIPE (Comitato interministeriale per la programmazione economica) di 320 milioni di euro di investimenti sul territorio emiliano-romagnolo, parte dei quali destinati al turismo e all’innovazione tecnologica.

Innovazione tecnologica rappresentata appieno dalla guest star dell’intera giornata, il primo robot umanoide Paolo Pepper, accompagnato dal suo “fratellino” Elfo. Intelligenza artificiale al servizio del business sviluppata dall’azienda padovana Jampaa, in collaborazione con l’università Cà Foscari di Venezia, Paolo Pepper è uno dei primi progetti in Italia nell’impiego di un umanoide che verrà utilizzato all’interno di un hotel. I suoi sviluppatori Luca Vescovi e Mauro Puttolu hanno assicurato: “Pepper non è una minaccia. L’applicazione di avanzatissime tecnologie di intelligenza artificiale e “machine learning” ci permette di inserire efficacemente il nostro Robot in tantissimi ambiti (hotel, supermercati, negozi, concessionarie) con lo scopo di liberare risorse umane da destinare a mansioni più creative e strategiche”.

Area Tematica: