. CNA presenta la "Guida pratica all’ecosistema della creazione di impresa"

Fondazione Human+ e Giovani Imprenditori CNA Toscana presentano la “Guida pratica all’ecosistema della creazione di impresa: i servizi e le risorse per mettersi in proprio nelle Aree metropolitane di Firenze e Pisa” che è parte del programma di  potenziamento imprenditoriale Steps Toscana. Il programma consiste in un percorso di sviluppo delle competenze imprenditoriali rivolto a giovani disoccupati e inoccupati tra i 19 e i 32 anni in procinto di costituire un’impresa, focalizzato sul potenziamento delle competenze personali e dell’idea di business. Steps Toscana è parte di un progetto realizzato su scala nazionale che nel 2015 avrà luogo in altre 4 regioni italiane, coinvolgerà oltre 1000 giovani che potranno ottenere l’analisi del loro potenziale imprenditoriale e 200 giovani nei laboratori di empowerment. Il programma è realizzato grazie al sostegno di JPMorgan Chase Foundation.

Le tappe e gli obiettivi di Steps comprendono:

  • Lo scouting di talenti imprenditoriali
  • L’analisi del potenziale imprenditoriale attraverso un report completo del profilo di ciascun giovane imprenditore
  • Il laboratorio di formazione di potenziamento imprenditoriale del capitale umano e dell’idea di business
  • Colloqui di mentoring con i giovani coinvolti per accompagnarli verso chi si occupa di creazione di impresa nelle aree metropolitane di Firenze e Pisa (incubatori, servizi pubblici, finanziatori e professionisti)
  •  La creazione di un network di giovani tra coloro che frequentano le tappe di Steps Italian Tour

La Guida, da oggi disponibile sui siti www.fhplus.org e www.cnatoscana.it, si rivolge agli imprenditori e operatori dell’ecosistema della creazione di impresa e si propone di mettere in rete i servizi e le risorse disponibili sul territorio, dal momento che, come è stato dimostrato dalla ricerca-intervento sulla valutazione e sviluppo del potenziale dei neo-imprenditori, svolta in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Torino e il Dipartimento di Ingegneria gestionale e della produzione del Politecnico di Torino, il capitale sociale è uno dei fattori determinanti per avviare con successo un’impresa.

La Fondazione Human+, ente no profit il cui scopo istituzionale è far crescere una cultura di gestione delle organizzazioni e di valorizzazione delle persone innovativa e socialmente responsabile, ha avviato un percorso per sostenere i giovani intenzionati ad avviare un’impresa attraverso la metodologia Steps (STartuppers and Entrepreneurs Potential Survey ) al fine di valutare i fattori di capitale umano e  di capitale sociale funzionali alla realizzazione dei loro progetti imprenditoriali. Human+ opera in collaborazione con i partner nazionali Nòva 24 e Italia Startup e i partner locali Giovani Imprenditori CNA Toscana, l’Incubatore Tecnologico del Comune di Firenze, Impact Hub Firenze, Rena e The Doers.

“Uno dei fattori fondamentali per avviare con successo un’attività imprenditoriale – spiega Alberto Carpaneto, direttore della Fondazione Human Plus – è il buon uso del network sociale, ossia di quel patrimonio di relazioni sviluppate da un individuo durante la sua esperienza di vita e di lavoro, frutto di scambi di tipo privato, professionale ed istituzionale che caratterizzano il tessuto socio economico nel quale opera il potenziale imprenditore. “La Guida dei servizi e delle risorse per mettersi in proprio” è pensata per mettere a disposizione una “mappa” degli operatori e delle risorse disponibili nelle aree metropolitane di Firenze e Pisa per tutti coloro che desiderano intraprendere questo percorso professionale e che operano all’interno dell’ecosistema”.

“J.P. Morgan è orgogliosa di sostenere il programma di potenziamento imprenditoriale realizzato da Fondazione Human+ che, coniugando solide evidenze scientifiche e modalità innovative, si propone di valorizzare l’enorme potenziale imprenditoriale delle nuove generazioni in Italia, contribuendo alla creazione di nuove imprese e incidendo positivamente sulla crescita economica del nostro Paese” dicono Camillo Greco e Guido Nola, co-senior country officers per J.P. Morgan in Italia.

“Da sempre ci impegniamo per la diffusione della cultura imprenditoriale, nel mentoring e nel sostegno all’avvio di impresa, perché oggi sempre più – sostiene Giuseppe Santillo, Presidente CNA Giovani Imprenditori della Toscana – il lavoro non si cerca, si crea. E noi vogliamo dare ai giovani tutti i migliori strumenti e reti di relazioni per riuscire in questa sfida professionale, che è anche una scelta di vita. Per questo abbiamo voluto questa partnership con Fondazione Human+ e contribuire alla realizzazione della Guida, come strumento fondamentale di orientamento nell’ecosistema dei soggetti toscani che possono aiutare i giovani a sviluppare il proprio potenziale imprenditoriale”.

"Come Incubatore Tecnologico del Comune di Firenze – dichiara il direttore dell'Incubatore Tecnologico del Comune di Firenze, Lorenzo Petretto – abbiamo collaborato al Progetto “Steps Italian Tour” perché ben si sposa con la nostra mission e il nostro impegno verso i giovani e il loro possibile futuro imprenditoriale. Il percorso verso l’imprenditorialità è affascinante ma certo non semplice. Molti sono, infatti, gli ostacoli da superare e le attività da avviare per passare da un’idea di business a una vera e propria impresa. Progetti come questo - conclude - possono costituire un valido aiuto e un supporto sia per i giovani sia per noi operatori del settore e pertanto ci auguriamo che anche in futuro e in altre Regioni possa essere replicato e portato avanti".

“In un periodo storico nel quale le basi che costituiscono l'ossatura del capitale sociale del nostro paese sono sempre più esili – spiega Riccardo Luciani, Managing Director di Impact Hub Firenze – lavorare in modo collaborativo con gruppi ad alto potenziale imprenditoriale costituisce una sfida importante. Impact Hub Firenze è lieto di poter mettere a disposizione i propri spazi e aprire la propria community per contaminare i futuri imprenditori così da contribuire insieme alla costruzione di un mondo che funziona per tutti”.

Area Tematica: