. CNA: il Piano Spiagge sarà occasione per concretizzare importanti piani di sviluppo

Il via libera al Piano Spiagge rappresenta un fatto di grandissima importanza. L’occasione per concretizzare importanti progetti di sviluppo” dichiara Maurizio Giacomelli, responsabile di CNA Turismo. Sarzana e l’intera Val di Magra hanno avuto, per lunghi anni, la capacità di recitare un ruolo da protagoniste, propulsivo e quasi sempre innovativo, nelle complesse dinamiche economiche e sociali dell’intera provincia. Da tempo questo ruolo si stava indebolendo.

Per tornare ad esercitarlo è necessario mettere in campo azioni capaci di concretizzare gli ambiziosi obiettivi di sviluppo, le priorità strategiche, molte delle quali da tempo individuate e condivise dalle istituzioni e dalle forze sociali ed economiche, per  trasformare le tante vocazioni che dispone il territorio  in eccellenze da sfruttare appieno.

Queste vocazioni e potenzialità sono legate prevalentemente al turismo.

Lo sviluppo turistico di Marinella e Fiumaretta è, sicuramente, tra gli obiettivi più importanti.

Senza dimenticare che il turismo in Val di Magra è anche altro. Un’area ricchissima di storia, cultura, tradizioni e bellissimi paesaggi, un patrimonio artistico caratterizzato  soprattutto da suggestivi borghi medievale. Tutto ciò va messo in rete e ulteriormente valorizzato.

E ancora le potenzialità legate alle tradizioni gastronomiche e dei prodotti tipici,  vere eccellenze   come il vino e l’Olio DOP che insieme ad  altri prodotti hanno consentito di avviare lo sviluppo di attività collaterali all’agricoltura quali l’agriturismo e le attività ricreative, di ristorazione e artigianali tipiche.

Ma il rilancio del litorale di Marinella e Fiumaretta attraverso un progetto di valorizzazione turistica era da anni una priorità strategica.

Da subito CNA aveva  espresso un convinto apprezzamento rispetto alla scelta compiuta dai comuni di Sarzana e Ameglia di scorporare il piano del litorale dal “Progetto Marinella”.

La valorizzazione del turismo balneare continua ad avere un ruolo significativo.

E’ necessario traguardare ad un nuovo modello di fruizione balneare e del territorio, estendere la gamma dei servizi di supporto, ampliare il ventaglio dell’offerta turistica e del tempo libero, spostando il livello di competitività dai singoli stabilimenti balneari a quello del distretto turistico. Tutto ciò per accogliere maggiori i nuovi flussi turistici e riuscire ad allungare il tempo di fruizione oltre alla stagione estiva e le ore diurne.

Il “Piano Spiagge” approvato dal comune di Sarzana e quello che auspichiamo di prossima approvazione da parte del Comune di Ameglia rappresentano una occasione unica. Dopo anni la concreta occasione di sviluppo.

La CNA, assieme alle altre associazioni di categoria è pienamente consapevole di tutto ciò, e si è fortemente impegnata nella nascita del Consorzio “Riviera di Luni” attraverso il quale tutti i balneatori potranno essere protagonisti di tale sviluppo.