. CNA entra in Ecipa Nord Est: “Rafforzeremo la competitività delle imprese con progetti innovativi”

CNA del Trentino Alto Adige è entrata in Ecipa Nord Est per aggregare un territorio più ampio e favorire la cooperazione tra le CNA attive nelle regioni Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige.

Ecipa società consortile a r.l, meglio nota come Ecipa Nord Est, è la società di Formazione e Servizi delle CNA del Veneto e Friuli Venezia Giulia, che fa parte di una rete nazionale con uffici regionali e provinciali in tutta Italia ed ha anche un ufficio a Bruxelles. La sede centrale è a Venezia, mentre le unità locali si trovano nei vari distretti del Veneto e del Friuli Venezia Giulia. L’ingresso della CNA del Trentino Alto Adige, ufficializzato la scorsa settimana, nella compagine sociale di Ecipa Nord Est segue l’accordo suggellato qualche anno fa con l’ingresso della CNA del Friuli Venezia Giulia.

Ecipa Nordest ha sede a Venezia (Marghera) e una sede distaccata a Monfalcone, in Friuli. In base all’accordo, ci sarà una sede distaccata anche a Bolzano, dove è attiva da anni la società di formazione Ecipa srl.

“Obiettivo di questa politica - spiega Andrea Polelli, direttore di Ecipa Nord Est - è consolidare la cooperazione tra realtà territoriali che hanno problematiche simili, tramite lo strumento operativo Ecipa, per superare le debolezze che singolarmente esse hanno”.

Ecipa Nord Est e la CNA di Bolzano hanno già da tempo avviato collaborazioni su progetti sperimentali, come ad esempio sul fascicolo elettronico del lavoratore, in collaborazione con l’Inail dell’Alto Adige: l’avvio della fase di sperimentazione verrà illustrata in un convegno in programma sabato 15 ottobre, alle ore 11, nell’ambito della Fiera MOCO (Modern Company) a Bolzano.

“La formazione professionale tecnica ed economica - commenta Claudio Corrarati, presidente della CNA del Trentino Alto Adige - è l’arma in più per le piccole imprese che possono così migliorare le competenze di imprenditori, lavoratori e persino dei disoccupati e degli inoccupati. Mettiamo insieme le eccellenze formative delle tre regioni del Nord Est, anche in un’ottica transfrontaliera, vista la collaborazione attiva con i Paesi confinanti come Austria e Svizzera. Attueremo insieme interventi di politiche attive per promuovere l’occupazione, l’inserimento o il reinserimento lavorativo. Realizzeremo progetti regionali, nazionali e transnazionali con lo scopo di stimolare processi di innovazione e rafforzare la competitività delle PMI a livello locale e internazionale”.

Area Tematica: