. CNA e Veneto Banca: accordo per l’accesso al credito

Una convenzione creata per dare risposte alle imprese romane associate alla CNA di Roma nell’attività quotidiana e soprattutto nei momenti strategici come la promozione sui mercati esteri, la fase di start up, gli investimenti in prodotti e ricerca, l’adesione a Reti di impresa. E’ quanto si prefigge la convenzione firmata nella capitale dal Presidente della CNA Roma Erino Colombi da Fabrizio Mora, Responsabile della Direzione Centro Italia di Veneto Banca.

L’accordo prevede condizioni agevolate sia per i servizi bancari legati all’attività ‘ordinaria’ sia per supportare le aziende artigiane, con finanziamenti sia a breve che a medio-lungo termine, impegnate in fasi di investimento, penetrazione sui mercati esteri (anche con partecipazione alle principali fiere e manifestazioni internazionali), adesione a contratti di Rete tra imprese. Con particolare attenzione anche alle imprese in fase di avvio (attraverso un apposito “finanziamento start up”) e alle opportunità che si possono cogliere attraverso lo strumento del leasing di beni strumentali e immobili (che il Gruppo Veneto Banca mette a disposizione attraverso la società prodotto Claris Leasing).

Tra i valori aggiunti della collaborazione CNA e Veneto Banca anche la sinergia nelle attività di istruzione delle pratiche e monitoraggio che porterà alla creazione di un canale preferenziale per la valutazione delle richieste.

L’accordo con Veneto Banca è la testimonianza del nostro perdurante impegno a favore delle PMI di Roma e Provincia - ha dichiarato Erino Colombi, Presidente della Cna di Roma -. Con il nostro impegno per agevolare l'accesso al credito delle piccole e medie imprese, considerando l'attuale congiuntura economica e la fase di stretta creditizia, vogliamo rafforzare il rapporto con istituti di credito che puntano ad una forte interazione con le imprese del territorio. Cna di Roma associa oltre 15.000 imprese, e l'intesa con Veneto Banca si pone l'obiettivo di rendere più efficace il legame tra i suoi associati e la banca. Ci mettiamo alla prova per misurare il nostro impegno per le sfide del futuro” ha sottolineato il Erino Colombi, Presidente della CNA dell’Area Metropolitana di Roma.

“Le nostre aziende vanno aiutate nella concretezza dei loro bisogni – ha sottolineato Fabrizio Mora, Responsabile Direzione Centro Italia di Veneto Banca -. La nostra banca ha come obiettivo prioritario l’attenzione all’artigianato e alla piccola e media impresa: la collaborazione con la CNA ci permette di mettere loro a disposizione soluzioni e consulenze non solo a condizioni vantaggiose ma personalizzate rispetto alle singole esigenze.

Molto importante – ha aggiunto Mora – è anche lo strumento delle Reti di Impresa, rispetto al quale il Veneto Banca è in prima linea non limitandosi a fornire linee di credito dedicate ma affiancando gli imprenditori. I vantaggi per le aziende sono numerosi: scambio di know-how, riduzione dei costi, maggiori capacità di penetrazione sui mercati esteri, raggiungimento di dimensioni adeguate allo sfruttamento di economie di scala e di scopo, riduzione dei rischi, migliore accesso alle fonti di finanziamento, agevolazioni fiscali”.

Area Tematica: