. Al via il progetto CNA "Azienda sicura" con quattro incontri informativi

“Azienda sicura – Sicheres Unternehmen” è il titolo del progetto di CNA-SHV, presentato stamane (9 marzo 2017) dal presidente Claudio Corrarati e dal direttore Pino Salvadori, dedicato alla legalità e alla prevenzione della criminalità da parte delle piccole e micro imprese. Il progetto si articola in due attività: quattro serate informative con esponenti delle Forze dell’Ordine e un Vademecum con i comportamenti da tenere in caso di rapina, furto, taccheggio, frodi informatiche o altri contatti con la criminalità.

La prima serata è in programma giovedì 16 marzo alle ore 19 nella sede della CNA-SHV in via Righi 9 a Bolzano ed è dedicata alla gestione del rischio e alla prevenzione della criminalità. Relatore sarà il dottor Giuseppe Tricarico, dirigente della Squadra Mobile di Bolzano. La seconda serata, in programma giovedì 30 marzo alle 19, sarà invece dedicata ai reati informatici e vedrà come relatore il dottor Roberto Santin, Sovrintendente della Polizia delle Comunicazioni di Bolzano. Il terzo appuntamento, in calendario l’11 aprile, si focalizzerà sulla videosorveglianza e sulle polizze: relatori saranno un rappresentante della Polizia Municipale di Bolzano, inoltre David Locatelli, esperto in videosorveglianza, e l’assicuratore Walter Trebo. Ultimo appuntamento il 27 aprile su abusivismo e contraffazione con il colonnello Massimo Tomaselli della Guardia di Finanza di Bolzano. Parallelamente è stato stampato e viene distribuito alle imprese il Vademecum sulla sicurezza che riassume tutti gli accorgimenti e i comportamenti da tenere per evitare spiacevoli sorprese.

“Il tema della sicurezza e della legalità è una priorità per CNA-SHV nel 2017 – ha affermato il presidente Claudio Corrarati –. Vogliamo dare contenuto al protocollo firmato nel 2015 con il Commissariato del Governo e le Forze dell’Ordine per sviluppare un sistema di sicurezza partecipata”. I reati non crescono, ma nemmeno diminuiscono. I reati complessivi sono scesi da 11.250 nel 2015 a 10.757 nel 2016. Gli episodi criminosi a danno di imprese registrano stabilità. I furti sono diminuiti dello 0,9% da 1.053 a 1.044, ma le rapine sono aumentate da 18 a 28.

“Metteremo in campo – ha aggiunto Corrarati - strumenti concreti per le piccole e micro imprese affinché siano i titolari ad aprire ogni giorno la saracinesca senza vivere la brutta esperienza di trovare i locali visitati dai malviventi che non spaccano solo le vetrine, ma portano via anche computer con le relative banche dati e preziosi software. I sistemi di videosorveglianza sono spesso necessari ed è fondamentale che si superino gli intoppi burocratici che rendono l’installazione più costosa dalle stesse telecamere. Non vogliamo ledere i sacrosanti principi dello Statuto dei Lavoratori, tanto più che nelle micro aziende che rappresentiamo i titolari lavorano fianco a fianco con i loro collaboratori, ma allo stesso tempo dobbiamo tutelare i beni aziendali: è necessario un compromesso basato sul buonsenso. Tutelare l’azienda significa difendere anche i posti di lavoro”.

Il direttore Salvadori ha annunciato l’istituzione di uno sportello polizze in CNA-SHV per fare un check-up alla propria posizione assicurativa e verificare se copre tutti i danni che derivano da furto, scasso, rapina e altri reati, anche quelli informatici.

L’iniziativa viene realizzata con il sostegno della Provincia Autonoma di Bolzano, Sparkasse e Unipoint. 

 

Area Tematica: