. Ad un’impresa di Pavullo l’edizione modenese 2018 di “cambiamenti”

Alla Aerotec di Pavullo la fase modenese del contest di CNA dedicato alle start up

Erano almeno un centinaio, tra i quali una scolaresca dell’Istituto Spallanzani, gli spettatori alla fase finale del premio Cambiamenti, che si è tenuta begli accoglienti spazi dell’industria Borghi spa, a Castelfranco Emilia. Ventidue le start up partecipanti, che hanno sottoposto le loro idee di impresa alla giuria per aggiudicarsi i premi messi a disposizione da CNA Modena e l’assegno di mille euro messo a disposizione da Emilbanca, sponsor dell’iniziativa.

Innovazione, tradizione, qualità, ma anche la potenzialità in termini di commerciabilità del prodotto o del servizio: questi erano alcuni dei parametri che la giuria, composta tra gli altri dal Presidente di CNA Modena Claudio Medici, dal presidente dei Giovani di CNA Lapo Secciani, dal presidente di Democenter Giancarlo Secciani, ha utilizzato per individuare i primi tre classificati.

Ad aggiudicarsi il primo premio è stata la Aerotec Innovation di Pavullo, un’impresa nata da poco che progetta e realizza i migliori aerei ultraleggeri avanzati del mondo, tanto da detenere il record assoluto di velocità ed essere stato l’unico areoplano ad aver attraversato l’Atlantico in configurazione standard in 10 ore circa con un pieno di benzina verde pari a 148 litri. Un’eccellenza nata dalle capacità ingegneristiche di Alberto Porto (nella foto, al momento della consegna del premio), ma anche di quella filiera della subfornitura meccanica locale.

Al secondo posto un’impresa di Savignano che si occupa della sanificazione di impianti di condizionamento, non solo per impianti privati, ma anche pubblici (ad esempio, all’ospedale di Castiglione delle Stiviere). Si tratta della Air Solution di Marco Costanzini.

Del settore alimentare, questa volta da Vignola Vignola, l’azienda terza classificata. Qui siamo in una pasticceria di assoluto prestigio, Tolà Dòlza, di Fabio Fraulini. Che non si limita a fare dolci in serie: Fraulini, chef cresciuto alla corte di grandi cuochi internazionali, li prepara sulla base dei prodotti di stagione e dei gusti dei clienti. In altre parole, da Fabio è difficile trovare due volte lo stesso dolce. E forse proprio per questo a Tolà Dòlza è andato anche il premio della giuria composta dal pubblico, che ha espresso il suo voto tramite internet.

Archiviato il concorso territoriale, ora si pare la fase nazionale, che vedrà le imprese in corsa per aggiudicarsi il premio di 20.000 euro destinato alla giovane imprese vincitrice. “Credo – ha commentato Lapo secciani, presidente dei Giovani Imprenditori di CNA Modena – che si sia trattato di un bel momento di confronto tra chi fa impresa, un confronto peraltro continuato a pranzo in un “eat to meet” con alcuni investitori. Crediamo molto nel confronto tra imprenditori, in grado di sviluppare opportunità di business e di crescita. Cambiamenti, da questo punto di vista, rappresenta uno strumento importantissimo e di cui siamo orgogliosi”.

Area Tematica: