. Dai Laboratori di Fabbrica Digitale all’appuntamento alla Fiera di Parma

La Legge di bilancio 2018 si appresta a varare il secondo capitolo del Piano Industria 4.0. Oltre alla riconferma dei bonus per i super-ammortamenti dei macchinari, seppur più bassi (dal 140% al 130%), ma soprattutto dell'iper-ammortamento, mantenuto al 250%, gli stimoli fiscali agli investimenti prevedranno il potenziamento degli Istituti tecnici superiori e un supersconto per i costi sostenuti dalle imprese per la formazione 4.0. Un segnale, dunque, che la fiducia nella quarta rivoluzione industriale sta proseguendo nella direzione finora intrapresa e che, oltre all’introduzione delle tecnologie abilitanti, si sta puntando sugli elementi che possono metterla in moto e garantirne nel modo più duraturo la crescita: le competenze del capitale umano.

Prerogative che iniziano ad essere centrali anche per gli imprenditori, stando ai dati dell’Osservatorio MECSPE, da cui emerge che il 62,8% ha adottato attività di formazione del personale per le competenze digitali o prevede di farlo prossimamente, e che da sempre ruotano al centro della manifestazione di riferimento del manifatturiero 4.0 promossa da Senaf (MECSPE, Fiere di Parma, dal 22 al 24 marzo 2018), impegnata nell’obiettivo di accompagnare e supportare le imprese nella trasformazione 4.0, mostrando sinergie e contaminazioni tra componenti fisiche e digitali. Un percorso possibile anche grazie alla presenza e al sostegno delle associazioni, che non sono solo semplice espressione delle realtà che rappresentano, ma forze attive e dirette protagoniste del processo di cambiamento in corso. Come la CNA, parte attiva del network nazionale Industria 4.0, che con i Punti d’impresa digitale e i Digital Innovation Hub offre formazione avanzata su tecnologie e soluzioni specifiche per i settori di competenza e il coordinamento delle strutture di trasformazione digitale e dei centri di trasferimento tecnologico.

Il Governo ha messo a disposizione un buon kit di attrezzi per sostenere questo cambiamento industriale, ma manca ancora qualcosa che consenta di avvicinare a questo tema il grosso del nostro tessuto imprenditoriale, ovvero le PMI, che costituiscono oltre il 98% del totale delle nostre imprese – dichiara Roberto Zani, Presidente Nazionale CNA ProduzioneE’ necessario, quindi, rafforzare sempre più il passaggio a ‘Impresa 4.0’, trovando modalità e strumenti per coinvolgere la maggior parte di esse, informando, promuovendo conoscenza e consapevolezza rispetto a fenomeni che coinvolgeranno inevitabilmente tutto il sistema. Forse mai come in questo momento, è fondamentale che un imprenditore debba recuperare una ‘visione’ del proprio ruolo, essendo capace di proiettarla nel futuro, di immaginare gli scenari del domani per poter adottare le giuste decisioni oggi”.

Area Tematica: 
Tag: