. L'ANCI approfondisce il bando di 500 milioni di euro per la riqualificazione delle aree urbane degradate

Roma 23 giugno Seminario ANCI sul Bando su riqualificazione periferie: opportunità per ripensare la trasformazione urbanistica delle città

Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di approvazione del bando di 500 milioni di euro per i progetti di riqualificazione delle aree urbane degradate di cui all’art. 1, comma 975 della legge di stabilità 2016, che dovranno essere inviati entro 90 gg. dal 1° giugno scorso al Nucleo per la valutazione dei progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie appositamente istituito presso la Presidenza del Consiglio dei ministri. Con il bando sono definite le modalità e la procedura di presentazione dei progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane, dei comuni capoluogo di provincia e della città di Aosta. Si tratta di un'occasione importante sia per il rilancio del settore delle costruzioni, sia per la progettazione di nuovi interventi per recupero delle periferie degradate presenti in quasi tutti centri urbani maggiori, focolai di emarginazione sociale. L'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, subito attiva sul tema, dopo aver pubblicato una serie di risposte a domande frequenti sull'interpretazione di numerosi passaggi del bando, ha ora organizzato un'apposita occasione d'approfondimento per i Sindaci e i Segretari/Direttori delle Città metropolitane e dei Comuni capoluoghi di provincia e/o loro delegati, Segretari e Presidenti delle Anci Regionali.

Links: