. Invito alla lettura di libri e riviste italiane

Pubblichiamo l’appello di Simone Merlino portavoce nazionale degli editori CNA

 

Neanche due mesi orsono stavamo vagliando la nuova proposta di legge degli aiuti alla editoria, la legge europea sul copyright e ci stavamo preparando per i Saloni e le Fiere del settore librario del 2020.
Oggi ci ritroviamo con una Nazione semi-paralizzata, con milioni di persone chiuse in casa che hanno una sovrabbondanza di tempo libero, purtroppo.  La società contemporanea ci ha sollevati dal lavoro orticolo che, in caso di prolungata inattività, sarebbe stato benvenuto anch’esso, a meno di tornare ad un’altra fantastica attività cioè la lettura.
Nonostante le ore a disposizione, il tempo dedicato ad essa, è quantomeno risicato.
Da un sondaggio locale alle varie edicole, si apprende che gli articoli maggiormente acquistati, nelle veloci uscite di casa, sono: tabacchi in grandi quantità, enigmistica, gossip.

Alla fine di questa reclusione forzata, ci ritroveremo con una stasi culturale permanente.

L’invito rivolto è quello di recarsi presso le edicole più prossime alla propria abitazione, (nelle brevi uscite consentite) per acquistare libri, riviste di viaggi, natura, di hobbistica, praticamente ogni pubblicazione stampata che incuriosisca a seconda della propria indole e … per riavvicinarsi alla lettura ed accrescere le proprie conoscenze. L’acquisto dei quotidiani è implicito, ma normalmente relegato ai curiosi della cronaca.

Gli e-book vanno benissimo, ma sono diretti agli habituè. Per i neofiti o chi non è abituato alla lettura, un testo su carta è più indicato.

Infatti rispetta i 5 punti di valore aggiunto dei libri cartacei, rispetto agli e-book:

- Non hanno bisogno di corrente o apparecchiature.

- Posso essere letti ovunque e senza competenze tecniche particolari.

- Basta un segnalibro, per segnare il punto di interruzione o ripresa della lettura, senza riavviare l’applicazione.

- Offrono una illuminazione naturale che non affatica gli occhi.

- Il profumo della carta e dell’inchiostro aumentano il piacere della lettura.

Prima dell’avvento degli smartphone e tablet c’erano anche questi due vantaggi:

- Può essere trasportato nelle borse, o tasche.

- Si possono sottolineare ed annotare appunti.

In questo momento di crisi, l’acquisto di libri e riviste italiane è anche un modo per sostenere le nostre imprese del comparto editoriale fortemente provato dal blocco prolungato degli acquirenti.

Gli editori associati alla CNA, hanno una ricca collezione di titoli eterogenei che possono stuzzicare anche i lettori più esigenti, e l’acquisto online diretto offre in molti casi spedizioni gratuite e promozioni.

In attesa che la situazione ritorni a permettere una libera circolazione, alla frequentazioni di saloni e fiere, rinnovo l’invito ad approfittare di questa situazione per evadere dalle quattro mura con la lettura.  

Chissà che non si riconquisti il vero piacere della cultura e del sapere.

 

 

Area Tematica: 
Tag: 
Mestiere: