. Liberati 180 milioni di euro di crediti d'imposta previsti dalla legge su cinema e l'audiovisivo

L’Agenzia delle Entrate ha comunicato i nuovi codici tributo per l’utilizzo in compensazione tramite F24 dei crediti di imposta previsti dalla legge 220/2016.

A partire dal 7 novembre le società di produzione e distribuzione cinematografica e audiovisiva, le sale cinematografiche, le produzioni esecutive di film internazionali e gli investitori esterni al settore audiovisivo potranno utilizzare entro fine anno i circa 90 milioni di euro già richiesti alla Direzione Generale Cinema, mentre altri 90 milioni - anch'essi già chiesti alla DGC - potranno essere utilizzati nel 2019. Un provvedimento che permette di liberare risorse importanti per chi ha investito in Italia, consentendo di rilanciare gli investimenti sul territorio nazionale a beneficio della creatività e delle professioni, con notevoli ricadute occupazionali.

Documenti Allegati: 
Area Tematica: