. PROROGA AL 20 LUGLIO 2020 O 20 AGOSTO CON LO 0,40%

Prossima l’emanazione di un DPCM che proroga al 20 luglio 2020 il termine di versamento del saldo 2019 e del primo acconto 2020 ai fini delle imposte sui redditi e dell’IVA, per i contribuenti interessati dall’applicazione degli Indici Sintetici di Affidabilità (ISA), nonché ai soggetti aderenti al regime forfetario.

Pertanto, il termine di versamento slitta dal 30 giugno 2020 al prossimo 20 luglio, senza corresponsione di interessi, e ad agosto con la maggiorazione dello 0,40%.

E’ quanto si legge dal comunicato stampa diramato dal MEF nella tarda giornata di ieri, in risposta alle richieste avanzate dalla CNA, con una lettera indirizzata al Ministro delle Finanze Gualtieri, per ribadire le difficoltà operative a carico dei contribuenti di minori dimensioni e, conseguentemente, dei loro intermediari finanziari.

Sentito il MEF per le vie brevi, si anticipa che il contenuto il DPCM sarà strutturato sulla falsa riga dei precedenti decreti di proroga senza alcuna esclusione in merito ai soggetti interessati, né tanto meno all’ambito oggettivo di applicazione che includerà, oltre alle imposte anche i contributi previdenziali ed i diritti camerali.

Documenti Allegati: 
Area Tematica: